Consigli Utili (ovvero consigli “base” per quando arriva il nuovo micio in casa e “dritte” importanti per problemi specifici)
Adotta un gatto!!!
 

La nuova casa
Fate conoscere al nuovo inquilino una stanza per volta, questo a maggior ragione se il micio è di carattere timido o diffidente.
Comincerete dalla stanza dove metterete la sua sabbietta; quando poi, nei giorni successivi e dopo averlo coccolato un po' lo vedrete più calmo e fiducioso, permettetegli di esplorare anche le altre stanze.
Per i primi giorni, se volete essere certi che non combini disastri in vostra assenza, chiudetelo, per le ore in cui non sarete a casa, in una stanza ove possa avere a disposizione lettiera, acqua e cibo (es. bagno, cucina etc. ). Quando tornerete a casa gli darete tutte le vostre coccole ma potrete anche educatelo con fermezza ai "divieti" .. !
Fate sempre il massimo dell’attenzione a balconi e finestre aperte…
i mici, nonostante non sappiano volare, spesso ci tentano con una testardaggine fuori dal comune!!!!
Ricordate inoltre che …"curiosity killed the cat", come recita il famoso proverbio inglese… i gatti sono molto curiosi, sembrano fatti apposta per riuscire a ficcarsi nelle situazioni più pericolose e nei pertugi più impensabili!!!

Comportatevi dunque esattamente come fareste con un bimbo piccolo in casa: ricordate di tenere il coperchio del WC sempre chiuso, ricordate di riporre sempre gli oggetti taglienti etc.


Il mondo esterno

Se avete una casa con giardino ricordate che la libertà rappresenta sempre e comunque un pericolo per il micio:
- malattie mortali (FELV / FIV / FIP)
- fughe senza ritorno,
- incidenti.
L’approccio deve essere dunque estremamente graduale e prudente: noi consigliamo MAI PRIMA DI 3 MESI dal suo arrivo in casa vostra.


I co-inquilini
Se avete già altri animali in casa fate in modo che si conoscano sotto vostra sorveglianza.
Evitate di sgridare il "padrone di casa" per la comprensibile gelosia che dimostrerà.
In vostra assenza fate in modo che il nuovo arrivato sia segregato in una stanza per evitare inutili zuffe (questo fino a quando la convivenza non sarà "pacifica").
Lasciate che stabiliscano da soli i rapporti di dominanza e che si ritaglino i loro spazi anche se ciò significa vederli soffiare e strepitare vicendevolmente per giorni e giorni.
… e poi… armatevi di tanta pazienza!!!


Alimentazione

Il micio deve avere acqua fresca ed una ciotolina di cibo secco - "croccantini" - sempre disponibili. L’importante è che per il cibo secco si pensi sempre a marche tecniche (ROYAL CANIN - IAMS - HILL’S - PURINA ) reperibili nei centri specializzati per animali e NON alle classiche marche da supermercato… consideratelo un investimento per il futuro : spenderete un po' di più oggi per l’acquisto del cibo ma risparmierete in spese veterinarie domani!!!
Una piccola quantità di cibo umido - "scatoletta" – (marca a vostra scelta) potrà venire poi tranquillamente elargita mattina e sera.
In questo modo eviterete inutili sprechi di cibo umido, che se avanzato, seccherebbe in superficie e non risulterebbe più gradito al vostro ospite!
Fino almeno ai sei mesi di età si dovrebbe prediligere un’alimentazione appositamente formulata per sostentare la crescita dei cuccioli, generalmente indicata sulle confezioni sia di cibo secco che di cibo umido con la scritta "KITTEN" o "GATTINI".
Per fattori igienici, NON nutrite mai i vostri animali con CARNE o INTERIORA o UOVA CRUDE. Evitate anche il LATTE che può provocare crisi di dissenteria se il micio non è abituato ad assumerlo.

La sabbietta
Noi consigliamo vivamente l’utilizzo di lettiere di tipo “chiuso”. Si trovano facilmente nei supermercati e nei negozi specializzati per animali. Sono degli “igloo” in plastica rigida dotati di una porticina basculante. La sabbietta, la pipi’ e la popo’ del micio rimarranno gelosamente custoditi all’interno evitando il fastidio di odori sgradevoli in casa.
Riempite la lettiera con sabbietta di tipo “AGGLOMERANTE”. Cio’ vi consentira’ una piu’ agevole pulizia giornaliera; asportando infatti sia le feci che la “palla” di pipi’ agglomerata alla sabbia, eliminerete direttamente la causa dei cattivi odori!!

Il micio ha la diarrea!
Ovviamente i ns consigli NON SOSTITUISCONO in alcun modo il vostro veterinario di fiducia, ed infatti la prima cosa da fare alla comparsa dei primi episodi di diarrea o cmq in presenza di feci non perfettamente solide e “composte”, e’ portargli subito un campione di feci (bastera’ semplicemente fare una confezione con la carta stagnola tipo Domapack) per un’analisi al microscopio.. la prima ipotesi e’ infatti che possa trattarsi di parassiti intestinali.

Nel frattempo, sia in caso di esito dell’esame positivo che negativo a parassiti intestinali, e sempre in accordo con i consigli del vostro veterinario di fiducia, proviamo a sistemare l’intestino probabilmente "sottosopra" del nostro amico, passando ad una dieta di SOLE CROCCHETTE – Marca: Hill’s – Tipo di crocchette: I/D (reperibili nei negozi specializzati e specifiche per problemi intestinali).
Diciamo che la dieta a sole crocchette dovra’ durare per il periodo di durata di una confezione da 3 kg di prodotto circa.
Se il micio mangia abitualmente anche pappa umida (scatolette) e non ve la sentite di fare “cuore di pietra” di fronte ai suoi capricci, sappiate che I/D della Hill’s esiste anche in versione scatoletta; 1/2 scatoletta da 80 gr al giorno in aggiunta alle suddette crocchette, puo' essere il "contentino " giornaliero x il periodo dieta.
Importantissimo insomma non dare al nostro amico NESSUN altro tipo di alimento (no altre scatolette no latte no altre crocchette o cibo “umano”.

Chiedete conferma al vostro veterinario ed in aggiunta alla dieta procuratevi in farmacia il CAROBIN PET e fatelo assumere al micio nelle dosi consigliate sulla confezione.

 

Il micio che fa pipi’ in giro
Vi diamo di seguito alcuni consigli floriterapici ed omeopatici per dissuadere il piccolo felino di casa dal perserverare nell’essere dispettoso!


Prima di cominciare la cura si consiglia di eliminare l'odore della pipì dal luogo improprio che il micio ha scelto per i bisognini al posto della sabbietta, usando:
- bicarbonato
o
- zeolite (è una sostanza minerale usata per gli acquarii)
o
- detersivi smacchianti a base di enzimi
o
- prodotti profumati agli agrumi o succo di arancia e limone (in commercio c'è un tipo di alcool chiamato Eusteral 9 che è profumato al bergamotto)

o comunque prodotti senza ammoniaca o candeggina (detergenti neutri)

Partiamo naturalmente dal presupposto che parliamo di un micio dispettoso ma gia’ sterilizzato. Se il vostro micio non e’ sterilizzato, e’ questo probabilmente il motivo principe del suo urinare in giro per casa...

Floriterapia
Dal vostro erborista di fiducia procuratevi il seguente mix di Rimedi di Bach:
FAGGIO - BOCCIOLI DI IPPOCASTANO - SALICE GIALLO
L'erborista preparerà una boccetta unica con i tre rimedi insieme.
Le gocce vanno versate nella pappa preferita o direttamente in bocca. (Se la pappa la mangiano anche altri mici e’ consigliabile versare le gocce direttamente in bocca cosi’ tutta la cura siamo sicuri che verra’ ingerita dal micio “pisciatore”)

Le dosi sono : 10/12 gocce meglio se in due volte al giorno (quindi 6+6).

Può passare anche un mese prima che facciano effetto

Omeopatia:

“Vetophyl 10” compresse -
2 compresse al di' (ovvero una la mattina e una la sera) x 15 gg
poi 2 compresse a gg alterni x altri 15 gg (ovvero una compressa la mattina ed una compressa la sera un giorno si ed un giorno no)


IMPORTANTE: nelle ore in cui non siete in casa e quindi non potete averlo sott’occhio, “recludete” il gatto dispettoso - ad esempio in bagno – lasciandogli naturalmente a disposizione cassetta, cibo e acqua; questo per tutto il tempo della cura, e lasciate che abbia libero accesso al resto della casa solo in presenza dei padroni.. nel frattempo le cure agiranno...

Sono ALLERGICO al pelo del gatto!
Qualcuno in famiglia si e’ scoperto allergico al micio? Prima di allarmarvi vi consigliamo di rivolgervi ad un buon farmacista specializzato in omeopatia o ad un omeopata.
Scoprirete che si ottengono ottimi risultati e si riesce a desensibilizzarsi al pelo del gatto con alcuni semplici rimedi omeopatici da prendere con fiducia e costanza, ed adatti anche ai vostri bambini:

- “ALLERGI PLEX N.° 31” - gocce
10 gocce la mattina + 10 gocce la sera per un mese

- “RIBES NIGRUM” - gocce
50 Gocce al di’

- “Histaminum 7ch” – granuli
3 granuli la mattina + 3 granuli la sera